Only a bit of bike – day#9 to day#12

Sono onesto in questi giorni, non è successo nulla di speciale, e già forse questo ha reso tutto più speciale, nel senso che sto avendo modo di apprezzare la semplicità di questo paese (sono ancora a Sukhothai), i ritmi lenti, gli stessi visi, gli stessi angoli di quotidianità: alcune abitazioni al piano terra hanno una sorta di saracinesca, così quando passeggi, durante il giorno, hai la fortuna e la preziosa opportunità di contemplare un quadro di vita privata che lascia basito. Visi semplici che con dignità vivono la loro vita, priva di tutte le comodità alle quali siamo abituati noi occidentali. Il caldo è davvero pesante, e si resiste tranquillamente sino alle 11, poi tutto rallenta e quasi si ferma, a parte qualche turista di passaggio che spende la sua unica giornata girovagando sotto un sole comunque meraviglioso. In questi giorni, i pomeriggi li trascorro pigramente nella struttura nella quale alloggio. Si esce solo al tramonto, quando la tenaglia di calore si allenta, o per un pranzo veloce a base di frutta e liquidi. 

Al mattino, ho preso la sana abitudine di alzarmi all’alba, sia per godere delle mie sessioni di corsa, senza soffrire troppo il caldo, sia per godere di quel piccolo rituale che è l’ offerta ai monaci, sia per fare un giro in bici attraverso il più importante parco storico di Wat Mahathat (un paio d’ore che scorrono lentamente, lungo lunghissimi viali alberati e meravigliose rovine storiche). Inoltre, mi son ritrovato ad amare moltissimo il piccolo parco Wat Sri Chum, dove si ha l’opportunità di contemplare una delle statue del Buddha che più apprezzo, e, che mi lascia senza fiato ogni volta che mi trovo ai suoi piedi (12 metri di altezza). 

In termini di empatia, sento che questo luogo non ho più niente da darmi, ed è ora di rimettersi in marcia verso Chiang Mai, città che amai particolarmente l’anno scorso, patria dei Nomadi Digitali. Lì ci sarà molto da fare, da vedere e da ri-vivere. Conto serenamente le ore che mi separano da questa nuova partenza.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.