Motivazione

Giusto oggi mi arriva una newsletter di James che riflette sulla MOTIVAZIONE, e in particolare su un fattore (l’ambiente) che in qualche modo la influenza.
Pensavo quindi che sarebbe bello poter condividere qualche pensiero, e qualche riflessione personale, su ognuna delle parole citate nel post precedente. La prima, appunto, la motivazione.

Che cos’è?


Senza perdersi in dissertazioni accademiche, si può facilmente affermare che la motivazione è la scintilla del nostro motore interno: esprimiamo attraverso di essa le ragioni che giustificano le nostre azioni. E’ quindi un lavoro di ascolto introspettivo, continuo, onesto e soprattutto sincero. La motivazione è la risposta alla domanda più fatidica, nel mio caso: perché corri?

Premesso che non sono un atleta professionista e non aspiro certo ad esserlo, corro perché mi rende felice, corro perché questo è l’unico mezzo grazie al quale posso avvicinarmi ai miei limiti, conoscerli abbracciarli, superarli, vincerli. Corro perché attraverso essa ho la preziosa opportunità di conoscermi meglio. Corro perché ho degli obiettivi parziali e a lungo termine. Ecco, riguardo agli obiettivi a lungo termine, proprio in questi giorni sto ri-scoprendo che non sono poi cosi fondamentali, mi spiego meglio: la Maratona è un obiettivo agonistico importante per un atleta, è la cima dell’Everest, un esperienza quasi trascendentale, ma concentrarsi esclusivamente su un obiettivo così alto perdo ovviamente di vista il momento presente (obiettivi parziali, la tabella di allenamento), o ancora: quando si parla del cammino di Santiago si dice sempre che la meta non è Santiago, ma la strada che si percorre per raggiungerla. Nulla di più vero, è un assioma data l’esperienza vissuta. Quindi la motivazione la identifico come la scintilla che mi spinge a mettere le scarpette ed uscire, anche se spesso non ho voglia; è il desiderio ed il bisogno di fare esperienza. Non siamo tutti forse la somma delle nostre esperienze passate?

Come si sviluppa?


Molto banalmente credo che la motivazione si possa sviluppare, come detto poco sopra, solo ed unicamente attraverso un continuo ascolto sincero ed onesto. Ci sono giorni che fatico moltissimo ad uscire: in questo periodo in particolare sto vivendo dei piccoli momenti di pigrizia, ma cerco di cambiare prospettiva, lavorando in particolare per far prevalere le responsabilità che ho, prima di tutto, verso me stesso (il mantenimento del buon stato di salute di questo corpo) e poi verso l’impegno preso con le persone che mi sono a fianco e che mi stanno aiutando.

Cantabria's coast on Santander

E poi diciamolo: sentire la pelle che si scalda al calore di un bellissimo primo sole pre-estivo, e riempire gli occhi di un bellissimo mar di Cantabria, non ha eguali come motivazione.

Cosa la alimenta?


Alla fin fine credo si possa agilmente dire che la motivazione si autoalimenti. Voglio dire: al netto di essere fedele alle proprie responsabilità, al netto dell’obiettivo, parziale o finale che sia non importa, l’esperienza alimenta la motivazione. Oggi, ad esempio, stando a tabella, faccio delle ripetute e mi diverto perché è diverso dal solito, sto bene, etc. etc.; è evidente che la volta successiva che dovrò fare delle ripetute sarò ancor più”motivato” ad uscire, memore appunto dell’esperienza positiva. E se l’esperienza fosse  negativa? Molto semplicemente non è quello il momento, o devo cambiare strada, o tipo di allenamento, ossia non mi sono ascoltato onestamente prima di iniziare. MA prima di tutto devo accettarlo, senza crearmi troppe paranoie, senza attaccamento, perché è solo grazie a tutte le sessioni che ho fallito, che ora posso raggiungere certi tempi al km, o posso stare nella felicità quando corro.

E, onestamente, non vedo ora di sbagliare ancora!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s